IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

martedì 14 giugno 2016

I PRIMATI E IL SENSO DEL SACRO E DEL DIVINO: ...UNA RIFLESSIONE SCOMODA !


Ho appena pubblicato, insieme con il Dr.Giorgio Pattera, uno studio nel quale ribadisco e rafforzo ulteriormente il mio pensiero: EVOLUZIONISMO E “CREAZIONISMO – NON RELIGIOSO” NON SONO IN CONTRASTO… ma si separano (per la nostra specie) in un momento ben preciso, per effetto di un intervento eso-biologico. Sintetizzando al massimo, quindi, la nostra specie ha potuto evolversi (in modo artificioso = privo di naturalezza) ad una velocità esponenziale, bypassando appunto i normali parametri imposti da madre natura. Il chi e il come, vi invito a leggerli qui:

               http://www.amazon.it/dp/1530593212

Ma tornando alla riflessione, voglio precisarvi perché la definisco “scomoda”.

Il continuo evolversi della ricerca scientifica, per fortuna, porta sempre con sé nuove idee e nuove scoperte, nella maggioranza dei casi ri-scoperte, che non devono assolutamente essere ignorate o accantonate perché, appunto, scomode nei confronti d’una corrente di pensiero dominante o maggioritaria. Nel mio specifico caso, nessun pensiero dominante, anzi forse il contrario, mi ha portato fino ad oggi su una strada molto tortuosa e piena di insidie, ma dal mio punto di vista assai promettente. Quello che sta succedendo (forse anche da molto tempo) in una sperduta foresta della Guinea mi ha costretto in questi ultimi giorni a considerare seriamente l’esigenza di aggiungere una nuova “variabile”, inaspettata, ad una teoria che fino a ieri sembrava non averne bisogno. Questa variabile, direttamente collegata alle più complesse ed in parte ancora oscure leggi della natura, potrebbe confermare e rafforzare la tesi del “creazionismo non religioso” per la nostra specie, oppure aprire un nuovo scenario tipo “il pianeta delle scimmie” (cfr. l’omonimo romanzo dello scrittore francese Pierre-François-Marie-Louis Boulle -Avignone, 20 febbraio 1912 – Parigi, 30 gennaio 1994). Ancora una volta è il tempo a conoscere la verità, noi possiamo solamente sperare di avvicinarci il più possibile.

Ora vi invito a leggere la notizia che ha generato questa mia riflessione.
Buona lettura.

Gli scimpanzé potrebbero avere la loro religione… comunque il senso del sacro e del divino. Scagliano pietre contro un albero o le impilano dentro al tronco. I ricercatori ipotizzano: «Forse è un rituale».

Sunto del rapporto scientifico n. 6, Article number 22219 (2016) doi:10.1038/srep22219



“Nella foresta della Guinea c'è un albero che sul suo tronco porta i segni di strani graffi. Nel suo interno vuoto, una serie di pietre sono impilate una sopra l'altra, quasi a formare un tumulo rudimentale. 



Quello praticato dagli scimpanzé del luogo assomiglia tanto a un rituale religioso. A scoprirlo è stata Laura Kehoe, ricercatrice della Humboldt University di Berlino. Dopo aver visto i segni sull'albero, ha piazzato una telecamera nascosta e ha ripreso gli scimpanzé mentre scagliavano grosse pietre contro il tronco. Un gesto che, per l'impegno con cui viene eseguito, non sembra essere un gioco dettato dalla noia. Una delle possibili spiegazioni è che le scimmie usino questo sistema per comunicare tra loro a distanza, utilizzando il rumore che le pietre fanno quando colpiscono il tronco. Ma perché, allora, riporre ordinatamente le pietre, una sopra l'altra, all'interno del tronco?




 «Potrebbe essere la prima volta che scopriamo un gruppo di scimpanzé nell'atto di creare una sorta di santuario legato a un albero sacro», ha spiegato Laura Kehoe. Una tesi azzardata? Nemmeno troppo. E non solo perché gli scimpanzé hanno un patrimonio genetico identico a quello dell'uomo per il 98% : sono animali intelligenti, capaci di comunicare tra loro e di creare utensili elementari. Dimostrazioni simili si hanno anche in altri gruppi di scimmie. Nella foresta del Gombe, in Tanzania, alcuni babbuini sono stati osservati mentre, in gruppo, stavano seduti in pace a osservare tutti insieme lo scorrere dell'acqua del torrente. Un comportamento che secondo alcuni studiosi sarebbe da ricondurre a una sorta di meditazione. Nello stesso parco, l'esperta di primati britannica Jane Goodall ha osservato uno scimpanzé avvicinarsi ad una cascata: «Man mano che il rumore si faceva più forte, il suo passo si affrettava e i peli sul suo corpo si rizzavano. Una volta arrivato al torrente, vicino alla cascata, si alzava sulle zampe posteriori e iniziava a dondolare da un piede all'altro, pestandoli nell'acqua bassa, raccogliendo massi e lanciandoli. A volte si aggrappava alle liane che pendevano dagli alberi e si dondolava tra gli spruzzi d'acqua. Questa danza poteva durare 10 o 15 minuti». E se la maggior parte degli animali fugge davanti al fuoco, gli scimpanzé spesso si fermano ad ammirarlo. Osservazioni che hanno spinto Goodall a chiedersi se non sia possibile che questi comportamenti siano dettati da meraviglia e soggezione. E se dovessero essere capaci di provare questo genere di sentimenti e comunicarli tra di loro, perché escludere che possano sviluppare una sorta di religione? Non può passare inosservata nemmeno la consapevolezza della morte che hanno gli elefanti, osservati diverse volte in atteggiamenti del tutto simili ai funerali umani. L'etologa Cynthia Moss ha osservato un branco di elefanti seppellire con frasche e vegliare fino all'alba il corpo di una femmina uccisa dai bracconieri.

Insomma, gli animali sarebbero molto meno distanti da noi di quanto siamo portati a pensare”.


CURIOSITA':

...come saranno questi primati in un prossimo lontano futuro? Forse al nostro posto, come quelli descritti dallo scrittore Pierre Boulle nel romanzo: "Il pianeta delle scimmie" (1963) ed adattato per lo schermo in numerose pellicole cinematografiche di successo?

MLR

 Fonti:
http://www.lettera43.it/fatti/gli-scimpanze-potrebbero-avere-la-loro-religione_43675236952.htm

SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs






                             http://marcolarosa.blogspot.it/p/come-fare-per.html 

Nessun commento: