IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

martedì 20 novembre 2012

COME I LIMONI DA SPREMERE


Di Marco La Rosa

Per il capitolo "ATTUALITÀ SCOMODE", non possiamo non parlare di FISCO E TASSE, poiché ci tocca tutti indistintamente.
Quello che però mi indispettisce di più, é la considerazione che i nostri governanti ed i loro tirapiedi hanno della popolazione, della gente comune: siamo considerati alla stregua di "limoni da spremere". Siamo trattati da inconsapevoli che tutto si bevono e ai quali tutto si può fare, tanto.. " o non ce ne accorgiamo, oppure al massimo ci lamentiamo, ma mai facciamo seguire i fatti" ( = ribellione).
Io dico che è ora di tradurre le parole in fatti, perché pure noi siamo consapevoli di quello che sta avvenendo.
Lasciò la parola ad un esperto del settore economico, che è una persona come tutti noi, e come tutti noi quotidianamente combatte per sopravvivere. 

EVASIONE FISCALE: PIÙ TASSE O MENO SPESE?

A cura di Antonio Gigliotti

Evasione fiscale alla gogna. Questo, in sintesi, è stato lencomiabile obiettivo che si sono posti i governi succedutisi alla guida del nostro Paese nel corso degli ultimi anni. Anche lattuale esecutivo presieduto da Mario Monti si è dato molto da fare con lintento di sferrare il colpo di grazia a quella che da più parti viene descritta come la piaga sanguinante dellItalia. Si tratta, è ovvio, di uno scopo ampiamente condiviso eppure non si può contestualmente ritenere che levasione sia il cosiddetto male dei mali.

Pur proclamandomi convinto che levasione determini degli scompensi nellordine socio-economico del Paese, mi trovo nella posizione di non poter condividere le affermazioni di quanti, dal fronte governativo e politico, dichiarano che i più comuni disservizi allinterno della cosa pubblica dipendono proprio dalle scarse entrate fiscali e dal fatto che, quindi, non tutti pagano le tasse. Secondo questi signori, il fatto che la pressione fiscale sia aumentata e che si arrivi a pagare intorno al 68% di tasse dipende unicamente da quei contribuenti che non sempre le pagano.

Sembra quindi di vivere in uno scenario da shock economy, teorizzato dalleconomista Milton Friedman, secondo il quale è necessario generare nella popolazione un sentimento costante di insicurezza e di stress psicologico, al punto da far diventare accettabile qualsiasi decisione politica ed economica. E non è incoraggiante pensare che tra i politici ai quali il premio Nobel americano forniva consigli e ispirazione figurino il dittatore cileno Pinochet, la lady di ferro Margaret Thatcher e Ronald Reagan.

Utilizzando altri termini, il risultato non cambia. Per il governo e i suoi sostenitori, il peso dellevasione e dellelusione tributaria grava sulle spalle del popolo delle partite Iva, unico vero responsabile dei suddetti disequilibri. Ne consegue che, colpendo questo settore, ogni cosa ritornerebbe al suo posto Forse anche migliore di come era prima?

Che sia davvero così ho seri dubbi e a quanto pare non sono il solo. Recentemente mi è capitato per le mani un interessante articolo pubblicato da Contribuenti.it . Si tratta di stime che chi lavora nel settore già conosceva, ma che sembrano invece sconosciute ai nostri governati e ad un certo genere di stampa.

Una grossa porzione di somme evase corrisponde a ben 180 miliardi e risulta così suddivisa: al primo posto troviamo le organizzazioni criminali con circa 80 miliardi, al secondo posto invece le grandi aziende e le multinazionali con 38 miliardi. A seguire, vi sono i lavoratori dipendenti ed extracomunitari che lavorano in nero. Mentre le società di capitali si attestano sui 22 miliardi circa. Chiudono il popolo delle partire Iva e le Pmi con 9 miliardi.

Si consideri che le maggiori manovre delle diverse squadre esecutive, da ultimo quella montiana, hanno inteso colpire unicamente le società di capitali, le Pmi e gli autonomi con partita Iva, chiudendo invece gli occhi su fatturati evasi ben più grossi e realtà molto più grandi che i nostri tecnici ben conoscono. Le misure restrittive adottate sono volte a racimolare circa 30 miliardi colpendo quindi solo gli ultimi gradini della piramide evasiva.

Il risultato? Una siffatta direzione intrapresa incide non poco sulla depressione dellintero sistema economico italiano dove si agisce con lormai consueto metodo del bastone e carota.

Pur riconoscendo la necessità di iniziare da qualche parte, perché non si è proseguito poi con i lavoratori dipendenti che hanno due lavori? O con i rivenditori di merce contraffatta? Beh, forse perché nel primo caso si tratta di una fascia iperprotetta e nel secondo di soggetti, spesso stranieri, che non hanno patrimoni da aggredire.

Poiché non si riesce (ed a volte non si vuole) colpire le mafie e le multinazionali (ben conosciute da tanti tecnici) non rimangono che le piccole e medie imprese, sulle quali si concentra tutta lattenzione.

Ma questo è un settore in estrema difficoltà, infatti gli ultimi dati ci dicono che nei mesi più recenti hanno chiuso circa 50.000 imprese.

Lindagine di Contribuenti.it fa emergere che nel 2011 (il 2012 sarà peggio), una grande società su tre ha chiuso il bilancio in perdita e non pagando le tasse. Inoltre il 94% delle big company abusa del transfer pricing per spostare costi e ricavi tra le società del gruppo trasferendo la tassazione nei Paesi dove di fatto non vi sono controlli e sottraendo al fisco italiano 37,8 miliardi di euro allanno.

Alcuni Paesi, tra i quali la Germania e la Gran Bretagna stanno attuando politiche volte a combattere le multinazionali. Noi, invece, continuiamo a combattere levasione, quella delle Pmi tartassando il mondo delle partite IVA Ma nulla facciamo invece, ad esempio, per combattere lenorme sperpero di denaro pubblico.

Nel diciannovesimo secolo Maffeo Pantaloni, così affermava:qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. Labilità consiste nel ridurre le spese.

Da: FISCAL FOCUS
http://www.fiscal-focus.info/editoriali/evasione-fiscale-piu-tasse-o-meno-spese,3,11521

Nessun commento: