IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

giovedì 19 marzo 2015

"LA VIA LATTEA, I WORMHOLE E...GLI UFO"


Intervista al professor Salucci: “La Via Lattea, i wormhole e… gli ufo”

di: Sabrina Pieragostini


Il suo studio fa discutere, sorprendere e sognare. È uno studio scientifico, pubblicato dall’autorevole rivista Annals of Physics, nel quale si avanza una proposta provocatoria: e se la Via Lattea non fosse altro che il gigantesco motore di un wormhole, ovvero un tunnel spazio-temporale che collega due punti dell’universo?

“Possible existence of wormholes in the central regions of halos Original Research Article
Annals of Physics, Volume 350, November 2014, Pages 561-567
Farook Rahaman, P. Salucci, P.K.F. Kuhfittig, Saibal Ray, Mosiur Rahaman”

“Abstract
An earlier study (Rahaman, et al., 2014 and Kuhfittig, 2014) has demonstrated the possible existence of wormholes in the outer regions of the galactic halo, based on the Navarro–Frenk–White (NFW) density profile. This paper uses the Universal Rotation Curve (URC) dark matter model to obtain analogous results for the central parts of the halo. This result is an important compliment to the earlier result, thereby confirming the possible existence of wormholes in most of the spiral galaxies”.

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0003491614002395

L’autore ( o meglio uno degli autori ndr) di questa idea-choc è Paolo Salucci, docente della SISSA di Trieste (la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati). Lo considerano uno dei principali esperti mondiali di materia oscura. E proprio partendo da una nuova interpretazione di questa realtà assai sfuggente, ma innegabile, che compone la maggior parte di ciò che ci circonda, il professore è arrivato alla sua ipotesi sconcertante. “Nell’universo, in tutte le sue strutture come galassie ed ammassi di galassie, noi ci accorgiamo che ci sono dei moti diretti da qualcosa che non vediamo. Ad esempio alcune stelle in alcune galassie ruotano ad una velocità molto maggiore e molto diversa da quella che noi ci aspetteremmo. È un fenomeno ben conosciuto da ormai 30 anni: la maggior parte della materia è praticamente invisibile, invisibile all’occhio perché non emette alcuna radiazione, eppure agisce gravitazionalmente. Questa è l’idea di base del concetto di materia oscura, che è presente ovunque, in tutto l’universo”, mi ha spiegato in una lunga intervista via Skype, mentre eravamo davanti ai nostri Pc e ad una telecamera che ha registrato tutto. Una materia che c’è, dunque, ma non si vede e che in decenni di ricerche non è mai stata individuata: nessun laboratorio finora ha scoperto la particella che la compone. Sappiamo che esiste- dagli effetti che manifesta- ma non sappiamo cosa la produca. Un bel mistero. Ecco perché il professor Salucci- nel pieno rispetto delle leggi della fisica classica e senza inventare nulla- ha provato un approccio diverso: ha immaginato che si tratti di energia. “Un lavoro certamente provocatorio e nelle sue prime fasi di realizzazione consiste nell’ abbandonare l’ipotesi che questa forza oscura sia dovuta a normale materia, anche se materia che non emette luce, ma appartenga ad una struttura dello spazio-tempo. Ne deriva che (assumendo che l’effetto visibile sia creato dallo spazio-tempo stesso curvato in un certo senso anche a livello galattico) questa curvatura è capace di aprire quelli che chiamiamo cunicoli spazio-temporali. Cioè se a questa forza le associamo un’energia dello spazio-tempo a livello galattico, questa energia è capace di formare un wormhole e questo wormhole è addirittura stabile e potrebbe essere (teoricamente) attraversato , cioè potrebbe essere usato per passare da una posizione all’altra o nella nostra galassia o nell’universo”, dice l’astrofisico di Trieste…

CONTINUA A LEGGERE QUI:


SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs




ACQUISTABILI DIRETTAMENTE DAL SITO OmPhi Labs ED IN LIBRERIA





Nessun commento: