IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

mercoledì 19 agosto 2015

LE PIANTE PRIMITIVE E...LA MANCANZA DEL GRADUALISMO FILETICO...UN'ALTRA FALLA DEL DARWINISMO ?


SEGNALATO DA : MIRKO PELLEGRIN (RESP. CUN VENETO)

DA: IL GIORNALE DI VICENZA Lunedì 10 Agosto 2015

Ricostruita l'alba della riproduzione delle piante

"Uno studio rivela come già 540 milioni di anni fa i metodi di riproduzione fossero gli stessi dei vegetali moderni, la scoperta è stata fatta grazie all'analisi dei fossili, evidenziando come gli  organismi vegetali primitivi si diffondessero in due fasi.
Già agli albori del mondo, gli organismi viventi e i vegetali che hanno popolato gli oceani primitivi utilizzavano gli stessi metodi di riproduzione delle piante moderne. Lo rivela l'analisi dei fossili di organismi marini vissuti oltre 565 milioni di anni fa, fra i primissimi esempi di riproduzione di un organismo complesso sulla Terra. l fossili, scoperti in Canada, appartengono al gruppo dei Rangeomorfi, tra i primordiali esseri complessi che hanno popolato la Terra, e in particolare ai Fractofusi, simili alle felci. Sono poi scomparsi misteriosamente all'inizio del periodo Cambriano, 540 milioni di anni fa, rendendo difficile collegarli ai moderni organismi e capire quindi come si riproducessero.
Questo nuovo risultato, pubblicato sulla rivista Nature, rivela che già in un'epoca così remota, i metodi di riproduzione fossero quelli usati dalle piante moderne. Tutto ciò è stato possibile ricostruendo il modo in cui questi organismi erano distribuiti nello spazio, grazie a strumenti come il Gps ad alta risoluzione e all'analisi statistica. l ricercatori dell'università di Cambridge, coordinati da Emily Mitchell, hanno infatti scoperto che questi organismi primitivi si riproducevano usando il metodo detto “in due fasi”: in un primo momento «allungando» il proprio corpo con una sorta di ramo, chiamato “stolone”, in modo da stabilirsi in una nuova area; quindi procedevano alla rapida colonizzazione delle zone limitrofe con delle gemme che venivano trasportate dalla corrente. «La capacità di questi organismi di passare da una modalità di riproduzione all'altra mostra quanto sofisticata fosse la loro biologia, anche in un'epoca in cui le altre forme di vita erano incredibilmente semplici», ha rilevato Mitchell. «Purtroppo, trattandosi di fossili, lo studio non può stabilire se queste gemme siano state il risultato di un metodo di riproduzione sessuato o asessuato», ha detto il direttore del Laboratorio di Biologia dello sviluppo dellUniversità di Pavia, Carlo Alberto Redi. «Ma il dato importante è che viene dimostrato che 540 milioni di anni fa i metodi “riproduttivi” fossero gli stessi di quelli dei vegetali moderni».

Commento all’articolo di Mirko che ovviamente condivido:

“… Giusto per puntualizzare che anche per le piante manca "l'anello di congiunzione"; evidentemente il Darwinismo presenta più di una falla.....”.



SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs




ACQUISTABILI DIRETTAMENTE DAL SITO OmPhi Labs ED IN LIBRERIA




Nessun commento: