IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

sabato 6 febbraio 2016

RIVOLUZIONARIA SCOPERTA FISICO-SCIENTIFICA E UFOLOGICA (?)


SEGNALATO DA MARCO VECCHI (RICERCATORE ED EDITORE OmPhi Labs)

Il Telescopio dell’astrofisico Ruggero Santilli osserva entità terrestri/extra-terrestri invisibili ad occhio nudo e con i tradizionali strumenti ottici.

...a seguire i primi commenti di studiosi e ricercatori che confermano l'importanza della scoperta ! 



Un recente rapporto pubblicato nell’ultimo numero del Journal of Modern Physics ha rivelato una scoperta sorprendente – un telescopio di nuova concezione con lenti concave ha osservato, per la prima volta, entità nel nostro ambiente terrestre (ma anche nello spazio profondo) che sono invisibili ai nostri occhi e ai tradizionali telescopi Galileo con lenti convesse. Ancora più sorprendente è il fatto che queste entità sembrano muoversi nel cielo notturno in modo ‘intelligente’, quasi a suggerire una strana forma di sorveglianza (?). La scoperta è stata fatta dal dottor Ruggero Santilli, accreditato esperto in matematica, cosmologia e fisica, già nominato al premio Nobel per la fisica e la chimica. Il Dr. Santilli ha realizzato un nuovo tipo di telescopio progettato per osservare l’antimateria-luce. Questa forma di luce ha un indice di rifrazione negativo, richiedendo così lenti concave piuttosto che le tradizionali lenti convesse utilizzate nei telescopi convenzionali di tipo Galileiano. Utilizzando in parallelo un paio di telescopi a lenti convesse e concave, il Dr. Santilli ha trovato la prima prova effettiva dell’ esistenza nel nostro universo di galassie di antimateria, asteroidi di antimateria e raggi cosmici di antimateria. Questi risultati sono stati pubblicati sulla rivista Clifford Algebre e su altre riviste scientifiche ufficiali.
Ma non è tutto: “Il 5 settembre 2015, alle 09:30 l’autore rivolge una coppia di telescopi Galileo e Santilli al cielo notturno sopra Tampa Bay, in Florida, come si vede dall’ orientamento NE della terrazza della stanza 775 dell’Hotel Vinoy Rinascimento-San Pietroburgo … Le prove erano semplicemente destinate alla ricerca di galassie di antimateria e, di conseguenza, i telescopi appaiati erano rivolti verso il cielo, ma improvvise nuvole hanno fermato i test e l’autore ha orientato la coppia di telescopi orizzontalmente sopra Tampa Bay. Con sua grande sorpresa, nella schermata della fotocamera collegata al telescopio Santilli sono apparse strane luci in movimento erratico ben visibili e non identificate, senza alcun allargamento, senza che le stesse fossero visibili ad occhio nudo e senza alcuna immagine corrispondente nella schermata della telecamera collegata al telescopio Galileo. Questa scoperta inattesa ha innescato un uso sistematico della coppia di telescopi Galileo e Santilli per la ricerca di oggetti, che si potrebbero definire terrestri invisibili o extra- terrestri invisibili ad occhio nudo ed invisibili pure ad apparecchi ottici tradizionali a lenti convesse, mentre appaiono perfettamente in quelli a lenti concave (telescopio Santilli) “. Dopo la sua prima osservazione, il dottor Santilli ha effettuato test ed ulteriori osservazioni sistematiche, ed ha individuato due diversi tipi di “entità” invisibili. Entrambe sono state rilevate anche da altri colleghi di Santilli i quali hanno testimoniato le osservazioni in una conferenza al St. Pietroburgo Astronomy Club il 25 settembre, 2015 e confermate ufficialmente in questo documento:

Confirmation of Santilli’s Detection of Antimatter Galaxies Via a Telescope with Concave Lenses


Santilli definisce il tipo di “entità” rilevata (ITE-1) come: invisibili all’occhio umano od agli strumenti ottici convenzionali a lenti convesse, ma completamente visibili attraverso telescopi Santilli a lenti concave, esistono nel nostro ambiente terrestre e nello spazi astro-fisico profondo; lasciano “immagini scure” sullo sfondo delle fotocamere digitali collegate ai telescopi. Il Dr. Santilli fa notare che le entità si muovono e ruotano lentamente. Questo particolare tipo di movimento esclude impurità nella lente del telescopio o nella telecamera come possibile interpretazione. Egli osserva inoltre che “l’emissione di luce dell’antimateria non significa che l’oggetto si compone di antimateria, poichè l’esistenza delle entità nella nostra atmosfera implicherebbe una catastrofica esplosione a causa del contatto tra materia ed antimateria.”

Da:
rif. Biblio:

http://www.santilli-foundation.org/docs/telescopio-santilliano.pdf

07-02-2016 COMMENTO DEL DR. GIORGIO PATTERA (BIOLOGO, GIORNALISTA E SCRITTORE):

Noi, del CUN GENOVA e PARMA, l'abbiamo sostenuto, verificato, dimostrato e divulgato fin dal 1980; ma invano, siamo stati ignorati, ridicolizzati e contestati da tutti, compresi i "colleghi"...

Per chi ha orecchie per intendere, intenda... gli altri possono farne a meno...

G.P.

PER CHI FOSSE INTERESSATO AD APPROFONDIRE, GIA' DAGLI ANNI '80 DEL SECOLO SCORSO IL DR. PATTERA ED IL RICERCATORE GENOVESE ROBERTO BALBI, INSIEME AL PIONIERE LUCIANO BOCCONE, FECERO NUMEROSI STUDI CORRELABILI A QUELLI DI RUGGERO SANTILLI, UTILIZZANDO PELLICOLE ALL'INFRAROSSO. ECCO LO STUDIO SPECIFICO DEL DR. PATTERA:


07- 02 -2016 COMMENTO DI ELVIO FIORENTINI (RICERCATORE E SCRITTORE):

Caro Marco, ho ricevuto da Giorgio, ciò che tu gli hai segnalato, riguardo la scoperta sulle lenti concave di Ruggero Santilli. Se è vero anche solo il 10% di quello che viene dichiarato, credo che siano sulla buona strada. Con questa "potenziale" scoperta si verrebbero a consolidare le ipotesi "parafisiche" sul fenomeno ufo, sostenute dal fisico Jacques Vallèe. Riguardo a ciò, ammesso che tu non lo sappia già si verrebbe a ricollegare la sporadica segnalazione dei "rods" i quali compaiono fugacemente in alcuni filmati. Speriamo in uno studio meticoloso e serio, e non le solite indagini da cane randagio che, trova l'osso e scava una buca per nasconderglielo dentro!

A presto Marco e buon lavoro!



SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs




                             http://marcolarosa.blogspot.it/p/come-fare-per.html 












Nessun commento: