IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

lunedì 1 dicembre 2014

CRINOIDE O.. OOPArt (Out Of Place ARTifacts ( reperti o manufatti fuori posto e tempo)?


di: MARCO LA ROSA

La scoperta è stata fatta nel mese di Maggio scorso dal pescatore Victor Morozov, della città di Labinsk nella regione russa di Krasnodar. Il minerale è stato poi consegnato agli esperti per uno studio approfondito.
 Una Università russa ha quindi “ipotizzato” (poiché  stanno ancora studiando sul reperto) che l' “inclusione” o “microchip” in questione, sia in realtà un fossile di crinoidea, conosciuta anche come stella marina piumata o giglio di mare, molto comune nella zona del ritrovamento. Quel che è singolare è la forma: essa dipenderebbe ( condizionale d’obbligo) dalla posizione e dalla formazione del fossile.

“The answer from the Institute: “The sample size of 15 × 11 × 4,5 cm gray-brown color, with pripolirovannoy platform is organogenic material that consists of fragments of skeletons of sea lilies (crinoids) and subordinate amounts of wings of small shells rounded shape up to 1 cm. Estimated geochronological age – Silurian-Devonian, ie 410-450 million years. The very same fragment of stem lily represented on the sample along the stem itself in the axial slice. “(Google translated)


In effetti, nessun esperto ha osato ventilare che sia un microchip o frammento di paleo-tecnologia sconosciuta, anche se la somiglianza con una “piastrina di silicio” è davvero sbalorditiva. I biologi hanno invece ipotizzato che si possa trattare di  un fossile  già dal mese di  Giugno scorso. Pare che lo strato geologico in cui è stato rinvenuto il reperto, risalga a circa 400-450 milioni di anni fa.

“I Crinoidi (Crinoidea Miller, 1821) sono una classe di echinodermi, unica classe del subphylum Crinozoa. La classe comprende 648 specie viventi e oltre 5.000 specie fossili. Sono comunemente noti come gigli di mare o stelle marine piumate. Comparsi nell'Ordoviciano, i crinoidi hanno avuto grande diffusione durante tutto il Paleozoico. Durante il Paleozoico e il Mesozoico sono tra i principali organismi produttori di carbonato, costituendo i calcari a crinoidi o encriniti. Sono state descritte oltre 5000 specie fossili. A partire dalla fine del Permiano, la gran parte delle linee evolutive dei crinoidi (sottoclassi Cladida, Flexibilia, Camerata e Disparida) sono andate incontro ad estinzione di massa, con l'unica eccezione della sottoclasse degli Articulata, a cui appartengono tutte le specie viventi attualmente note. Al pari degli altri echinodermi (ricci di mare, stelle marine, etc.) sono organismi bilateri allo stadio larvale, mentre gli adulti presentano una simmetria radiale pentamera e sono dotati di un endoscheletro calcareo. Le caratteristiche che distinguono i crinoidi da altri echinodermi sono: una teca, o calice, che contiene o sostiene i visceri, formata da piccole piastre ossee fuse insieme a forma di tazza; può essere sostenuta da un peduncolo e possedere vari organi di fissazione al substrato, definitivi o temporanei; cinque braccia flessibili, di solito ramificate e a forma di piuma; bocca e ano situati entrambi sulla superficie orale, che è rivolta verso l'alto.”

ESEMPI DI CRINOIDI FOSSILI:






Ho fatto un breve “incursione” in numerose altre fonti paleo-zoologiche e biologiche ma non ho trovato nulla che assomigliasse anche lontanamente al presunto “crinoide – chip” in questione.

La natura, se di natura si tratta, non finisce mai di stupirmi.

Piuttosto, ma prendete con le “pinze” quello che dico, la prima cosa che mi è balenata nel cervello quando ho visto l’immagine del “crinoide-chip”, sono state le teorie esobiologiche sulle forme di vita a base “silicio”.



…L’indagine continua…

Fonti:

wikipedia

SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA STORIA EVOLUTIVA DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA
DI MARCO LA ROSA
E' UN'EDIZIONE OMPHILABS
ACQUISTABILE DIRETTAMENTE DAL SITO OMPHILABS ED IN LIBRERIA

Nessun commento: