IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

sabato 16 marzo 2013

LA MEDICINA ALTERNATIVA...STREGONERIA ? OPPURE...




E UNA SEMPLICE RIFLESSIONE CHE MI E PIU VOLTE CAPITATO DI FARE.
LE CONOSCENZE SULLA MEDICINA ALTERNATIVA, SPESSO SONO VISTE CON DIFFIDENZA E SOSPETTO.
OGNUNO E LIBERO DI ACQUISIRLE COME CREDE, STUDIANDOLE SUI LIBRI, IN RETE, PARTECIPANDO A CORSI E SEMINARI.
MA QUANDO SI TRATTA DI DIVULGARLE QUI E TUTTO UN ALTRO DISCORSO.
SE NON SEI UN MEDICO (E A VOLTE NON BASTA NEMMENO ndr) OPPURE UN LUMINARE DELLA SCIENZA, E MEGLIO CHE LASCI PERDERE, E MEGLIO STARE ZITTI E NON PARLARNE PROPRIO, ALLE VOLTE NEMMENO IN FAMIGLIA O CON GLI AMICI.
LA MEDICINA ALTERNATIVA E COME LA MAGIA O LILLUSIONE, CHI LA PRATICA E LA DIVULGA E SEMPRE OSTEGGIATO ED EMARGINATO. NON CONTA SE FUNZIONA DAVVERO OPPURE NO. NON E RICONOSCIUTA DAL SENSO COMUNE E DALLA SCIENZA UFFICIALE. NON IMPORTA SE FUNZIONA E IL PIU DELLE VOLTE E A COSTO ZERO PER LA SOCIETA, POICHE QUASI SEMPRE NON PORTA PROFITTO, ANZI LO FA PERDERE ALLE MULTINAZIONALI DEL FARMACO.
MA QUESTI ORMAI SONO LUOGHI COMUNI, SCUSE BANALI DIRETE VOI.
NON NE SONO AFFATTO CONVINTO, RISPONDO IO. TUTTO QUELLO CHE NEGLI ULTIMI ANNI E RIUSCITO AD EMERGERE, DALLA MEDICINA ALTERNATIVA, HA CREATO UN QUADRO COMPLETAMENTE DIVERSO DA QUELLO CHE CI RACCONTANO PER ESEMPIO SUL CANCRO. IN QUESTO BLOG, TROVATE MOLTI ESEMPI. LE MALATTIE SONO INDUBBIAMENTE UN BUSINESS PER I COLOSSI FARMACEUTICI, QUINDI E BENE CHE PROLIFICHINO IL PIU POSSIBILE.
UNA SOCIETA FARMACO-DIPENDENTE E GARANZIA DI PROFITTO.
NON SI DEVE SAPERE CHE L’”AUTOCURA E UNA PREROGATIVA DEL NOSTRO ORGANISMO, DOBBIAMO CONTINUARE A DELEGARE ALLESTERNO DI NOI STESSI, IL COMPITO DELLA CONOSCENZA, NON DOBBIAMO SCOPRIRE CHE NEL NOSTRO CERVELLO CE UNA RISPOSTA A TUTTO ED UNA CURA PER TUTTO.

VI INVITO A LEGGERE IL PEZZO CHE SEGUE A ME E PIACIUTA MOLTO LA METAFORA.

BUONA LETTURA

Marco La Rosa




"Hamer, il tumore, le curve a sci uniti"

 di:  Alberto Medici

Chi ha imparato a sciare da adulto ha presente la difficoltà di doversi ricordare tutta una serie di accorgimenti (spalle - peso in avanti posizione ginocchia braccia bacino a valle a monte ecc.) e soprattutto di come sia difficile ricordarsi di mettere in pratica i consigli del maestro quando la velocità aumenta, o la pista si fa più difficile e ripida e magari piena di cunette, o tutte queste cose insieme. Se invece ci si trova sul classico panettone, pista larga, neve bella, pochissima gente, pendenza limitata e velocità sotto controllo, allora è molto più facile, pensandoci, mettere in pratica gli insegnamenti e, dopo un po di queste discese, si comincia ad automatizzare i movimenti e ad interiorizzare gli insegnamenti ricevuti. Se poi si ha anche il sole alle spalle, e si può guardare anche la propria ombra proiettata davanti, allora è proprio il massimo: ad ogni curva si può correggere qualcosina, e dopo un paio dore i progressi sono veramente notevoli. A quel punto anche laumento di velocità, la pista più ripida, o altre condizioni avverse si potranno affrontare meglio, grazie a quanto imparato precedentemente.

Pensavo a questo oggi, e mi veniva spontaneo il paragone con le conoscenze di medicina alternativa che noi frequentatori di siti di controinformazione abbiamo acquisito. Lesperienza ci insegna che quando ad una persona normale, educata secondo i canoni classici, viene diagnosticato un tumore, per lo più questa notizia viene vissuta come una terribile condanna, magari non definitiva, ma comunque invalidante, e la sensazione di impotenza e di pericolo non lascia spazio a ricerche, a studi, ad approfondimenti: ci si sente come il naufrago che si aggrappa a qualunque cosa, pur di rimanere a galla. Difficile insegnare a chi pensa che sta per annegare come si fa a nuotare: a nuotare si deve imparare in piscina, nellacqua bassa, meglio se tiepida. Alla stessa maniera, difficile insegnare a chi sta precipitando lunga una pista nera come fare le curve a sci uniti, se non le ha già imparate in pendii più amichevoli.

Anni fa ho seguito un corso di Nuova Medicina Germanica tenuto da Claudio Trupiano, e da allora ho cominciato a vedere il tumore, e tutte le altre malattie, in unottica diversa, completamente opposta alla visione tradizionale corrente. Ma tutte le volte che sono venuto a sapere di conoscenti ai quali veniva diagnosticato un tumore (e ne sono già morti diversi, in questi anni) mi sono reso conto della totale inutilità delle mie conoscenze nei confronti di queste persone che -ovviamente manifestavano una totale e cieca accettazione delle terapie ufficiali, che non mi sono mai permesso di contestare (con quale autorevolezza, poi?) e la totale chiusura (tranne che alla fine delle terapie, quando ormai anche la medicina ufficiale ti dà per spacciato) ad ipotesi alternative.

Per questo, come ho detto altre volte, sono certo che  la conoscenza delle teorie del dr.Hamer (la Nuova Medicina Germanica) debba essere acquisita quando si sta bene, quando si è giovani e in forze, e la malattia è lultima cosa che si possa avere nella nostra mente. Questo ci impedirà di ammalarci? Non lo so, ma so per certo (è la mia esperienza personale) che la paura della malattia è completamente sparita dalla mia vita. Anche se fosse solo questo (ma sono certo che c’è molto di più) sarebbe già qualcosa di importante.

Non si aspetta di avere un incidente per assicurarci: lassicurazione si fa prima…”

Da:

Nessun commento: