IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

lunedì 9 dicembre 2013

L' ENERGIA ODICA: Lettere sull'OD e il magnetismo di Karl Von Reichenbach



Karl Von Reichenbach (1788 – 1869), possiamo definirlo il capostipite  dei moderni “scienziati maledetti”.  Ma chi sono e perché si definiscono così?
E’ presto detto:  la “scienza ufficiale” ha delineato da molto tempo  ormai, confini prestabiliti per accreditare oppure screditare studi e ricerche nell’ambito delle scienze umane. Arbitrariamente, secondo canoni e dogmatismi via via accondiscendenti con il pensiero politico, religioso ed economico del momento, si celebrano oppure si distruggono i pensatori e gli uomini di scienza che avanzano idee nuove per un mondo nuovo ed un uomo nuovo.
Potrei fare un lungo  elenco di scienziati innovatori, gettati nel fango e relegati nell’oblio per non ledere l’interesse economico-politico, piuttosto che il prestigio e la cattedra dei falsi depositari della sapienza,  tuttavia mi limiterò solo a tre esempi epigoni ed affini a Von Reichenbach del quale, sono certo, conoscevano perfettamente gli studi:

NIKOLA TESLA (1856-1943)

WILHELM REICH (1897-1957)

SEMEN DAVIDOVICH KIRILIAN (1898 – 1978)

Ho menzionato questi tre scienziati (scienziato= La parola "scienziato" era già sporadicamente in uso nel Seicento anche se, fino al Settecento, chi si occupava delle scienze naturali veniva chiamato principalmente naturalista oppure "filosofo naturale". L'introduzione del termine "scienziato", nel senso a noi oggi noto, risale al filosofo e storico della scienza William Whewell, il quale propose la nuova parola nel 1834 in una recensione di un libro di Mary Somerville. La necessità di un nuovo nome per chi praticava la "filosofia naturale" fu data dai diversi ruoli che gli studiosi della natura, della matematica, della fisica, della chimica e della biologia cominciavano ad assumere nelle imprese e nelle amministrazioni pubbliche di molti stati europei a partire dall'Illuminismo), poiché sono quasi contemporanei di Von Reichenbach, e ne hanno raccolto il testimone. Poi il progresso (oppure l’involuzione dipende dai punti di vista) scientifico ha fatto il “vuoto” in una sostanziale ed incontrovertibile stagnazione nel meccanicismo che ha avuto la meglio sull’ organicismo, come ho ribadito qualche giorno fa:


Oggi però sento nell’aria un profumo nuovo di cambiamento che arriva a noi direttamente con le parole di coloro che, solo apparentemente, sono stati dimenticati. In realtà la verità non muore mai e come un fiume sotterraneo prima poi torna in superficie.

Buona lettura

MLR


L'ENERGIA ODICA

"Lettere sull'OD e il magnetismo"

di Karl Von Reichenbach





Un concentrato delle straordinarie ricerche di Reichenbach sulla misteriosa Forza Odica, da lui scoperta ma osteggiata a priori dalla "Scienza Ufficiale" del suo tempo.

DESCRIZIONE DEL LIBRO:

“ L'Energia Odica è una particolare manifestazione dell'energia eterica, e ne è anche l'aspetto meno compreso. Reichenbach descrive la straordinaria scoperta dell'Od, o Forza Odica. L'energia odica può essere percepita con la vista e il tatto, ed è visibile da tutte le persone con un minimo di sensitività, a condizione di essere nella più totale oscurità e dopo almeno due ore di adattamento della vista al buio totale. A tale scopo Reichenbach aveva adattato una stanza del suo castello di Reisenberg a camera oscura, schermandola totalmente dalla luce esterna, e in essa sperimentò per anni con soggetti ritenuti sensitivi in base a determinate caratteristiche da lui notate.
La forza Odica appare ai soggetti sensibili come una tenue luminosità, un'aura che circonda gli esseri viventi, emanata soprattutto da mani, piedi e testa; ma è emessa anche dalle estremità dei cristalli e dei magneti, simile a una fiamma variamente colorata. La luce odica è bipolare, cioè si manifesta con due diverse caratteristiche: quella della estremità superiore dei cristalli e del polo nord dei magneti è detta od-negativa, e alla vista appare di colore blu, mentre quella od-positiva è emessa dalla base dei cristalli e dal polo sud dei magneti, ed è di colore rosso-giallastra.
Reichenbach ha scoperto che anche tutti gli esseri viventi sono odicamente polarizzati, maggiormente sui due lati destro e sinistro del corpo, e pure in verticale (metà superiore e inferiore), e davanti-dietro (metà anteriore e posteriore). Le metà destra-superiore-anteriore risultano essere od-negative, mentre quelle sinistra-inferiore-posteriore sono od-positive. L'energia odica può essere inoltre percepita con il senso del tatto, al quale dà due diverse sensazioni, secondo la combinazione delle polarità: l'incontro di Od opposti dà una lieve sensazione di piacevole frescura che, se mantenuta, si diffonde nel braccio e rinvigorisce; invece l'incontro di Od simili è percepito come un tepore sgradevole che, se prolungato, indebolisce e provoca nausea.
Osservando diversi materiali e sostanze chimiche i sensitivi riferirono a Reichenbach che anche questi avevano una loro luminosità caratteristica, però di un solo colore, e davano loro sensazioni del tutto peculiari e riconoscibili. Reichenbach scoprì inoltre che la forza Odica viene liberata anche dalle reazioni chimiche di ogni genere, dalla vibrazione acustica, dall'attrito e dall'elettricità, sempre con le stesse caratteristiche unipolari. Reichenbach si rese conto, attraverso i suoi sensitivi, che anche la normale luce è odicamenre carica: quella solare ha entrambe le componenti od-positive e od-negative, associate ai colori dell'iride, e come questi possono essere separate attraverso un prisma; invece la luce lunare è solo od-positiva.
Studiando le reazioni dei sensitivi, Reichenbach fece altre importanti scoperte: essi erano in grado di percepire l'Od prodotto dall'attrito dell'acqua che correva nel sottosuolo, e l'Od emanato dai metalli, e ciò spiega il fenomeno della rabdomanzia; e ancora: la terra stessa è odicamente polarizzata secondo l'orientamento magnetico; molti malati allettati, e persone anche solo leggermente sensitive soffrono di insonnia e inutili disagi (a volte anche gravi) solo a causa di un errato orientamento di letti, divani, poltrone e sedie, rispetto all'Od terrestre; e ancora tante altre affascinanti scoperte…

Nel libro L'ENERGIA ODICA sono riportate quasi tutte le straordinarie e meticolose ricerche di Reichenbach, con l'aggiunta di figure e note esplicative. Una appendice di tabelle tratte dall'opera maggiore di Reichenbach estende e completa gli elenchi delle caratteristiche odiche. Seguono appendici con una interessante biografia del barone scienziato, l'elenco delle sue opere, un'altra di libri su vari aspetti dell'energia eterica, e infine una guida con consigli e idee per sperimentare con l'Energia Odica.”


Nessun commento: