IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

mercoledì 24 maggio 2017

VACCINI: IL VERO PROBLEMA E' IL GRADO DI CONOSCENZA E CONSAPEVOLEZZA DELL'UOMO MEDIO


con la collaborazione e consulenza del Dr. Giorgio Pattera (biologo)

QUALI SONO LE COSE DA CONOSCERE?

PERCHE’ I VACCINI (FORSE) SONO STATI FONDAMENTALI (OPPURE PER NULLA !) PER L’UMANITA’ E PERCHE’ OGGI RISCHIANO DI DIVENTARE UN PROBLEMA PER  CHI GOVERNA SENZA CRITERIO?

 
Thimerosal:

Etil(2-mercaptobenzoato-(2-)-O,S) mercurato(1-) sodio C9H9HgNaO2S tossicità acuta tossico a lungo termine pericoloso per l'ambiente.

Thimerosal o Thiomersal o sodio-etilmercurio-tiosalicilato (C9H9HgNaO2S) è un composto organo-mercuriale, strutturalmente correlato a nitromersolo. Nell'organismo viene metabolizzato in etilmercurio e tiosalicilato. Non contiene metilmercurio, un derivato mercuriale i cui effetti tossici sull'uomo sono ben studiati. In virtù del suo potere antisettico, fin dagli anni '30 viene utilizzato come conservante dei vaccini, nelle preparazioni di immunoglobuline, sieri anti-veleno, soluzioni disinfettanti per uso oftalmologico e nasale e negli inchiostri per tatuaggi. Sintetizzato per la prima volta da Morris Kharasch, il composto fu commercializzato negli Stati Uniti con il nome di Merthiolate dalla Eli Lilly and Company. Negli Stati Uniti, nell'Unione europea e in alcuni altri paesi tale composto viene progressivamente eliminato dai vaccini a uso pediatrico, a scopo precauzionale, per ridurre la potenziale sovra-esposizione al mercurio nei bambini.

La presunta correlazione con l'autismo:

Nonostante numerosi studi e ricerche scientifiche non rilevino alcuna correlazione tra thimerosal e autismo alcuni soggetti attivi nell'ambito medico, ritengono che il thimerosal potrebbe avere una presunta correlazione con l'autismo. Il consenso scientifico "ufficiale" internazionale, incluse le più importanti istituzioni scientifiche e mediche mondiali, come il National Institute of Health statunitense e l'Organizzazione Mondiale della Sanità, e così anche le agenzie governative come la Food and Drug Administration e la CDC, ad oggi escludono espressamente che il thimerosal possa avere un qualunque ruolo nell'autismo o nei disordini neurologici. Nonostante ciò, una notevole mole di studi scientifici indipendenti, alcuni li potrete trovare qui:

http://www.mednat.org/vaccini/effetto_gregge.htm


e qui:


sono davvero una grossa spina nel fianco per i signori della medicina che purtroppo sono anche a salvaguardia degli interessi economici delle lobby farmaceutiche. Se davvero quindi non ci fosse alcun rischio non sarebbe necessario ridurre la sovra-esposizione da mercurio e altre non precisate sostanze (vedi sopra l'esposto Codacons), come invece si sta facendo ufficialmente dal 1999 (?). E’ palese che dietro a ciò ci sia ben altro che l' incondizionata salvaguardia della salute pubblica.

Oggi assistiamo praticamente impotenti, alle isteriche prese di posizione della medicina ufficiale e dei politici con gli ultimi decreti legge, che oltre ad imporre ben 12 vaccini obbligatori (solo in Italia),  demonizzano ed inquisiscono tutti coloro che, BADATE BENE, non obiettano la necessità dei vaccini tout court, ma chiedono semplicemente che sia fatta una volta per tutte chiarezza sulla necessità di vaccinazioni a tappeto anche quando non necessario e certamente di rendere i vaccini, quelli davvero importanti, totalmente sicuri non a spese del contribuente ma a totale carico del produttore, nonché evitare la censura di tutti gli studi alternativi che presentano evidenze importanti riguardo l'efficacia delle vaccinazioni, con screening ultradecennali ed approfondite analisi scientifiche assolutamente degne di fede.

 Purtroppo, questo logico ragionamento non fa ancora parte della nostra cultura. Essere correttamente istruiti ed informati è controproducente per chi vuole detenere il controllo delle masse, ecco perché la pigrizia dell’individuo medio nel voler essere “consapevole” gioca a favore di coloro che si ergono a detentori del sapere e del potere, favorendo questo clima isterico, oscurantista, totalitario e di anacronistica "caccia alle streghe". 

MLR


GLI AMISH - LA COMUNITA' CHE RIFIUTA I VACCINI CON TASSI DI AUTISMO PARI A ZERO! COINCIDENZE?



A cura del Dott. Massimo Pandiani:
Negli Stati Uniti, 1 bambino su 166 è autistico.

Un giornalista ha deciso di analizzare la percentuale di bambini autistici presso le comunità Amish, per ricavare indizi eziologici sulla malattia. L’autismo è una patologia difficile da gestire, poiché è caratterizzato da uno sviluppo anomalo o alterato dell’interazione e comunicazione sociale, e da una notevole limitazione delle attività e degli interessi del soggetto. E mentre l’ambiente scientifico afferma che la prevalenza dell’autismo sia rimasta generalmente la stessa per millenni, ora, negli Stati Uniti, siamo arrivati ad una percentuale di un caso ogni 166 bambini nati. Con questa devastante statistica in mente, un giornalista ha pensato di analizzare la percentuale di autistici presenti nelle comunità Amish, perché forse questa ricerca avrebbe potuto rivelare vari indizi eziologici dell’autismo. Essendo stati per centinaia di anni non a contatto con la cultura americana e col progresso scientifico, gli Amish avrebbero potuto avere meno contatti con qualche nuovo fattore in grado di stimolare lo sviluppo dell’autismo nel resto della popolazione. E la causa più probabile sarebbero i vaccini. Viaggiando nel cuore della comunità olandese della Pensylvania, alla ricerca di bambini Amish autistici, il giornalista – basandosi sulle statistiche nazionali – avrebbe dovuto trovare almeno 200 bambini autistici nella comunità, ma al contrario, ne ha trovati soltanto tre, con un’età massima di 9-10 anni: La prima era una ragazzina giunta in adozione dalla Cina, (la Cina, l’India e l’Indonesia, sono fra i paesi che si stanno attivando più in fretta per i programmi di vaccinazione di massa). Il secondo bambino Amish autistico, era stato sottoposto sicuramente a vaccinazione, sviluppando subito dopo autismo. Il giornalista non ha potuto stabilire lo stato delle vaccinazioni del terzo bambino.

Effetti pericolosi del Thimerosal:

In alcuni vaccini, si utilizza un preservante a base di mercurio, denominato Thimerosal, che serve a impedire che le fiale con dosi multiple vengano contaminate dalle ripetute perforazioni dell’ago. Quando i funzionari sanitari Usa si sono resi conto della quantità di mercurio che neonati e bambini erano costretti ad assorbire attraverso i vaccini, la tossina è stata eliminata dai vaccini, a cominciare dal 1999. Vaccini pericolosiTuttavia, per problemi di errori nelle etichette e altri, il thimerosal è ancora presente nei vaccini e sempre più bambini stanno soffrendo a causa di ciò. C’è ancora qualcuno che ha bisogno di ulteriori prove del nesso fra vaccini e autismo? Evidentemente, quanto descritto precedentemente non è una prova scientifica controllata in doppio cieco e con placebo, ma un’analisi basata sull’evidenza dei fatti che, per quanto mi riguarda, fornisce un collegamento irrefutabile tra vaccini contenenti mercurio e autismo. Non è necessario essere medico, avere una specialità in epidemiologia o insegnare genetica molecolare per capire questo collegamento. Quanto ovvio deve essere di più? Il collegamento fra l’autismo e i vaccini non è certamente una idea nuova. Infatti, l’informazione parla di questa questione da almeno sei anni. L’anno scorso uno studio ha rivisto i dati dei Centers for Disease Control and Prevention’s (CDC) Vaccine Data Link, concludendo che i bambini che ricevono vaccinazioni contenenti thimerosal, hanno 27 volte più probabilità di sviluppare autismo, rispetto ai bambini che non hanno subito questa prassi. Ciò significa un aumento di rischio del 2.700 per cento. I numeri non mentono. E’ impressionante come il giornalista abbia trovato solo tre bambini con autismo fra gli Amish. Uno era adottato e vaccinato precedentemente, un altro era uno dei pochi bambini Amish vaccinati ed il terzo ha avuto una storia poco chiara di vaccinazioni. Quindi, tutt’al più, solo un bambino autistico rispetto ai 200 previsti (stando alle statistiche nazionali americane). Le probabilità che queste siano pure coincidenze è praticamente impossibile. A causa della loro credenze religiose, la Comunità Amish non somministra ai propri bambini nessun vaccino. Naturalmente, molti di voi non possono scegliere un metodo così radicale. Tuttavia, se doveste scegliere un vaccino, vi consiglierei di guardare le numerose informazioni sul vaccino dell’epatite B. La versione multidose di questo vaccino, che è somministrato tipicamente ai neonati prima che lascino l’ospedale, contiene, infatti, ancora il thimerosal. Ciò è la massima espressione di negligenza e irresponsabilità, poiché il sistema nervoso centrale immaturo di questi neonati indifesi, è particolarmente suscettibile agli insulti tossici del thimerosal. Se siete giovani genitori che valutano i pro e contro dei vaccini, vi invito vivamente a informarvi circa la tossicità del thimerosal, che è purtroppo ancora presente nei vaccini multidose per l’epatite B e in quasi tutti i vaccini antinfluenzali (!!!) per bambini.

Chi è il Dott. Massimo Pandiani:

Ha conseguito la Laurea in medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano nel 1977. Si è specializzato in Urologia (MCL) nel 1980. 

Ha conseguito i seguenti attestati negli Stati Uniti:

Fellow of the International College of Nutrition (La Habra- California) 1982
Diplomate in Applied Kinesiology by IKAK on 1983 Milano, Dr. D. Leaf
Master in N.O.T. (Neuro organizational Tecnique) on 1984 Bern, Dr. K. Ferreri
Master in S.O.T. (Sacro-Occipital-Tecnique) 1985 Omaha, Dr. De Jarnette
Master in N.E.T. (Neuro Emotional Tecnique) 1986 Chicago, Dr. S. Walker
Course on Trace Minerals 1989 Boston, Dr. D. Watts
Course on Trace Minerals 1990 San Diego, Dr. D. Watts
Diplomate by ACAM for Chelation Therapy 1995, Los Angeles
Diplomate by IFM in Functional Medicine, Seattle, 1995-1996, Dr. J. Bland

Che cosa è la Medicina biomolecolare:


La Medicina biomolecolare è una metodologia medica che interviene da un punto di vista diagnostico-terapeutico principalmente, come dice il nome, a livello biochimico cellulare. Poiché la biochimica umana è un unico network composto da sistemi interdipendenti, profondamente influenzati da fattori interni ed esterni ambientali, l’approccio deve vertere su una valutazione dell’insieme di tutti questi sistemi (olismo) focalizzando l’attenzione sul paziente e non etichettando un individuo col nome di una malattia. I sintomi sono il risultato finale di uno squilibrio delle reazioni biochimiche presenti in quel dato individuo. Poter intervenire a livello biomolecolare significa non limitarsi a tamponare i sintomi bensì correggere gli squilibri, ancora disfunzionali, il più a “monte” possibile agendo quindi a livello di causa. Le reazioni biochimiche si verificano grazie alla presenza e utilizzo di numerosissime sostanze che fungono da catalizzatori. La maggior parte di queste sostanze sono vitamine, minerali e altri fattori nutrizionali. Riconoscere gli squilibri nutrizionali consente di assemblare una terapia a base di supplementi in base alle necessità del paziente. La regolazione dei livelli di questi catalizzatori permette di riportare una normale funzione biochimica. Quindi una supplementazione mirata di nutrienti insieme ad indicazioni dietetiche personalizzate, permette di agire nel vero e unico modo preventivo possibile. Per poter completare l’approccio olistico, regolarizzando le disfunzioni anche a livello strutturale e psichico, la medicina biomolecolare si avvale anche di altre metodiche complementari come la Kinesiologia Applicata, la Chiropratica, Protocolli di detossicazione, Terapia Chelante e varie metodiche psicologiche.


PER APPROFONDIMENTI:






SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs








                             http://marcolarosa.blogspot.it/p/come-fare-per.html 






Nessun commento: