IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

mercoledì 27 maggio 2015

LINFOMA NON-HODGKIN: DALLA RICERCA ENEA UN NUOVO BIOFARMACO


SEGNALATO DAL DR. GIUSEPPE COTELLESSA (ENEA)

Medicina: dalle piante un biofarmaco innovativo per i linfomi non-Hodgkin



Nell’ultimo numero di Plant Biotechnology Journal, rivista leader nel settore delle biotecnologie, è stato pubblicato uno studio ENEA che descrive un innovativo procedimento per la produzione da una pianta di un anticorpo antitumorale per il trattamento del linfoma non-Hodgkin. Un team di ricercatori dell’ENEA, composto dai biotecnologi Marcello Donini, Carla Marusic, Eugenio Benvenuto e  dagli immunologi Claudio Pioli e Flavia Novelli  dell’Unità Biologia delle Radiazioni e Salute dell'Uomo del Centro ENEA della Casaccia è riuscito a produrre in pianta una nuova versione ‘ingegnerizzata’ del noto anticorpo monoclonale RITUXIMAB, uno dei primi biofarmaci sviluppati e adottati con successo per la terapia del linfoma non-Hodgkin. Il procedimento messo a punto nel laboratorio Biotecnologie dell’ENEA consente di ottenere in serre controllate elevati livelli di anticorpi in tempi brevi (15 giorni per un ciclo completo di produzione) con costi molto inferiori a quelli delle procedure tradizionali.  L’aspetto innovativo della ricerca, alla quale hanno contribuito anche gli esperti di spettrometria di massa Andrea Scaloni e Anna Maria Salzano del CNR-ISPAAM di Napoli, riguarda la realizzazione di una nuova molecola complessa definita ‘immuno-citochina’, ottenuta dalla fusione di due geni, uno codificante l’anticorpo anti-tumorale, l’altro una citochina umana, l’interleuchina 2 (IL-2). Oltre a riconoscere le cellule tumorali e mediarne l’eliminazione con la porzione anticorpale,  l’immuno-citochina così come disegnata ha il vantaggio di veicolare la IL-2 proprio dove è più utile potenziare la risposta immunitaria per favorire la regressione del tumore. Uno degli aspetti più significativi di questa innovazione è che le piante “biofabbrica”  consentono di produrre  biofarmaci con rese soddisfacenti e a costi molto inferiori rispetto alle metodiche utilizzate tradizionalmente. Oggi, infatti, le aziende farmaceutiche utilizzano colture di cellule di mammifero per produrre gli anticorpi monoclonali da utilizzare  a livello clinico, ma la crescente domanda ed i costi elevati richiedono lo sviluppo di sistemi alternativi di produzione.




SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs




ACQUISTABILI DIRETTAMENTE DAL SITO OmPhi Labs ED IN LIBRERIA



Nessun commento: