IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

venerdì 16 agosto 2013

Nuove tecnologie al servizio dell'archeologia e delle coltivazioni


Da http://www.tmnews.it ( ripresa da Antikitera.net )
"
I DRONI VOLANTI AL SERVIZIO DELL'ARCHEOLOGIA
FOTOGALLERY
                

Molto spesso i siti archeologici si trovano in aree remote e difficili da raggiungere, ma grazie alla tecnologia presa in prestito da quella militare si possono fare importanti scoperte. I droni, spesso usati per combattimenti in zone impervie, ora hanno un nuovo impiego civile, e in Perù vengono utilizzati negli scavi archeologici."Grazie all'uso dei droni radiocomandati possiamo ottenere foto e video dei siti archeologici che ci permettono la produzione di mappe digitali e modelli 3D" spiega la studentessa di archeologia Shelly Miller."Attraverso questi dati è possibile monitorare le aree di prossimità degli scavi, e scoprire pareti, cortili e la trama cittadina in modo da poter individuare la presenza di reperti non ancora portati alla luce" aggiunge il professor Luis Jaime Castillo.Ma l'uso dei droni in Perù si sta diffondendo anche per monitorare lo stato delle coltivazioni, per portare un aiuto concreto ai contadini delle zone più remote. "


2 commenti:

Marco La Rosa ha detto...

COMMENTO PERVENUTO VIA MAIL:

Mi chiedo se l'invenzione del genio del Dott. Giuseppe Cotellessa possa essere applicata ai droni volanti al servizio dell'archeologia e delle coltivazioni



Massimo Urbani

Marco La Rosa ha detto...

RISPOSTA DEL DOTT. COTELLESSA


E' interessante il quesito di Massimo Urbani del 20-8-2013 ore 19.22.
Certamente l'invenzione dovrebbe consentire ai droni una maggiore capacità di interpetazione della natura degli oggetti sul terreno quando sono acquisite le relative immagini dal relativo sistema incorporato nei droni.
Dal passare dalla potenzialità alla fattibilità del risultato ci sono tantissimi ostacoli da superare, che adesso sembrano insormontabili ma è già importante sapere dell'esistenza della potenzialità della realizzazione.

Giuseppe Cotellessa