IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

giovedì 22 dicembre 2011

IN RISPOSTA AI RICERCATORI DEL CERN CHE CI HANNO CONTATTATO


Senza intenzioni negative, ma costruttive, sento di dover fare una precisazione.

Il punto è che se si vuole essere rigorosi nella scienza è necessario esprimersi secondo “ il metodo scientifico “ . Il che, come ben sa qualunque persona laureata in materie scientifiche, presuppone dover parlare tautologicamente quando ci si riferisce a ciò che è già assodato.

Tautologia= affermazione sempre vera, verificabile  per chi non lo sapesse.

Quindi un Vero Scienziato con la S maiuscola sa perfettamente che l’unica affermazione che può fare a riguardo del Bosone di Higgs è che “ non esiste a meno che non venga dimostrato che esiste “

E siccome non è stato dimostrato che esista , dire “ il bosone di Higgs ha lasciato la sua impronta “  o “ stiamo trovando il bosone di Higgs “ non è affatto un’affermazione scientifica , ma se vogliamo,  da stadio , sul credere che vi sia qualcosa . Si può dire più appropriatamente che parlare di Bosone di Higgs è una credenza  . Il giorno che si dimostrerà la sua esistenza si potranno usare quei termini, non prima!

Purtroppo a volte gli esseri umani trovano un escamotage mentale per fare tornare i conti con quanto è da loro conosciuto e ricalcando lo stesso tipo di conoscenza replicano un sistema di ipotesi che supporti prima di tutto il loro pensiero ricorrente, che ha messo radici negli anni. Eun fatto di fisiologia : mettere in dubbio una propria certezza , che è stata l’ancora, la stella polare dei propri movimenti è umanamente difficile . Ma il vero ricercatore con la R maiuscola sa che la sua strada è variabile , ama la verità che sta oltre la propria percezione . Forzare parole ed eventi per far collimare le proprie credenze con la realtà è un pericolo da cui un vero ricercatore amante della verità si deve guardare,  ( questo vale per tutti i campi ).

Per me un ricercatore è un affamato, affamato di conoscenza che porta verso la verità ( al servizio della verità ), che non guarda solo il proprio campo , ma possibilmente va a sondare e “ prendere “ anche dagli altri.

Se poi facciamo  una divagazione simpatica, cosa dovremmo dire che un laureato in fisica (forse) non conosce il funzionamento del cervello, proprio lo strumento che usa per i suoi studi , potrebbe cadere in “ errori “ percettivi , simili a pattern ripetuti che non gli consentono di vedere oltre. E cosa dovremmo dire se un Medico che ha in mano la vita di un laureato in fisica o di chiunque altro, non conosce bene il teorema di Bernoulli, l’osmosi, i campi elettrici, non sa nemmeno cosa sia un’atmosfera e vi mette delle sonde, delle molecole che fanno aumentare la pressione arteriosa, che magari vanno a interferire nelle interazioni tra le parti corpuscolari, con la viscosità e altri fattori.

Questo post non è una polemica , ma vuol essere un ampio respiro: andiamo oltre il bosone di Higgs. Ognuno di noi in fondo al suo cuore sa,  se sta agendo per compromessi , a quali livelli di compromessi, se fa cose sbagliate o giuste e sulla pelle di chi. Questo riguarda tutti , tutti i giorni, soprattutto i governatori che decidono le nostre vite , facendo accadere realtà legislative o decreti che spesso proteggono interessi forti e tolgono ai più deboli. Saremo nel 2011, ma a livello di civiltà etica è come fossimo nel medioevo o al tempo dei barbari , con la differenza che si usa la carta bollata al posto della spada... questa è un’ opinione , ovviamente.

In questo momento storico sembra che l’etica sia dimenticata e si giochi solo al più forte.

Visto che arriva il Natale saluto tutti, tutti i ricercatori , tutti i governanti , tutti i dipendenti, tutti gli esseri affinchè guardino al fatto che il loro contributo possa essere su una via che rispetta l’uomo, la verità e il bene comune.

Buon studio a tutti e Buon Natale

    M.  un membro dello  staff

Nessun commento: