IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

giovedì 25 giugno 2015

L'ETERE INTERAGISCE CON LA REALTA' E CON GLI ESSERI VIVENTI: cronaca di una dimostrazione "concreta"



di: Marco La Rosa

“A chi nulla trattiene in sé, la ragione delle cose appare chiara. Egli si muove come l’acqua, sta quieto come uno specchio, risponde come un’eco.” (da: “Il cavo e il vuoto. Storie taoiste”).

Non è stato facile preparare questa conferenza dimostrativa. Abbiamo lungamente ponderato i vari aspetti organizzativi, per poter presentare qualcosa che “condensasse” in poco tempo molte ore di studio ed esperimenti su qualcosa che, ancor oggi, la scienza ufficiale snobba, deride e contrasta semplicemente perché non ha ricadute in campo economico. Da questa siamo considerati maghi, ciarlatani e pseudo-scienziati, ma non ci diamo per vinti e portiamo avanti le idee e le visioni di tanti studiosi, che per primi hanno “percepito” che esiste qualcosa di più, dentro ed intorno a noi.

LE DEFINIZIONI DELL’ETERE:

        RUAH  (EBRAICO)
       PNEUMA  (GRECO)
       SPIRITUS  (LATINO)
       KI  (COREANO)
       QI  (GIAPPONESE)
       CHI  (CINESE)
       PRANA  (INDIANO)
       MANA  (POPOLI DEL PACIFICO)
       APERION  (ANASSIMANDRO 610-546 a. C.)
       MUNIA  (PARACELSO 1493-1541)
       MAGNETISMO ANIMALE  (FRANZ ANTON MESMER 1734-1815)
       FORZA ODICA / OD  ( KARL VON REICHENBACH 1788-1869)
       RAGGI “N”  (PROSPER – RENE’ BLONDLOT 1849-1930)
       VIBRAZIONE AMOREVOLE  (WORRELL KEELY 1837-1898)
       LIBIDO  (SIGMUND FREUD 1856-1939)
       ORGONE  (WILHEM REICH 1897-1957)
       UNIVERSIONE  ( GEORGE LAKHOVSKY 1869 – 1942)
       CAMPI MORFOGENETICI E RISONANZA MORFICA  (RUPERT SHELDRAKE 1942 – VIVENTE)
       ENERGIA BIOLOGICA  (LOUIS KERVRAN (1901 -1983)
       DERIVA DELL’ETERE  (DAYTON C. MILLER 1866- 1941)
       DIAMAGNETISMO  ( VIKTOR SCHAUMBERGER 1885 – 1958)
       C.S.E. EFFETTO STRUTTURALE DELLE CAVITA’  (VIKTOR GREBENNIKOV 1927-2001)
       BIOPLASMA  (V.S. GRISHENKO – VLADIMIR INYUSHIN  - VIVENTI)
       CAMPO ELETTRODINAMICO  (HAROLD SAXTON BURR 1899-1973)
       FOTOGRAFIA KIRLIAN   (SEMYON KIRLIAN 1898 -1978)
     ENERGIA DEL VUOTO QUANTOMECCANICO (MASSIMO CORBUCCI  - VIVENTE)
 

“…Tutte le cose possiedono un campo o “aura” (che non è il campo elettrico). Tale campo dipende dalla massa dell’oggetto, cioè dalla sua quantità di etere che lo costituisce. Il “di più” di etere che si misura dipende solo dalla carica di energia “vitale” (prana od orgone). Per es., una mela matura appena colta, a parità di massa e volume rispetto ad un corpo non organico, ha sempre un campo più ampio e “vivo”.

(Marco Vecchi – OmPhi Labs)



Quello che siamo riusciti a presentare, sabato 20 Giugno 2015, sulle colline piacentine (il luogo non è stato scelto a caso), è stato sorprendente anche per me e Giorgio. Grazie alla preparazione e lungimiranza del Ricercatore ed Editore Marco Vecchi di OmPhi Labs, abbiamo avuto la possibilità di testare nel corso di tutto il 2014 e buona parte del 2015 una serie di apparecchiature ideate e studiate appositamente per la generazione, misurazione, dimostrazione ed utilizzazione dell'energia del campo ZPE (zero-point energy).
In parallelo, durante la dimostrazione di sabato, abbiamo anche utilizzato l’Orgonotester di Wilhelm Reich, già utilizzato e perfezionato in precedenza dal Biologo Dr.Giorgio Pattera nei suoi numerosi esperimenti, che ci ha permesso di visualizzare e confermare su schermo i grafici dell’energia “eterica” che via via andavamo misurando. 






            Il Dr. Pattera posiziona la “Sarracenia” in prossimità del sensore L.E.M.




L’ETERE INTERAGISCE CON GLI ESSERI VIVENTI,
 CHE SI SCAMBIANO INFORMAZIONI
 ANCHE IN MODO NON LOCALE.

Questo è quello che, con sorpresa (ma forse non più di tanto, dato il campo di ricerca nel quale ci muoviamo), abbiamo constatato e replicato anche sabato sera durante le dimostrazioni. 

La Sarracenia è una pianta originaria del nord america e, in modo particolare, arriva dalle zone comprese tra gli Stati Uniti e il Canada. All'interno del genere Sarracenia troviamo ben otto specie pure, anche se in natura poi si ritrovano tantissime forme ibride. Tra le principali caratteristiche della Sarracenia spicca, senza ombra di dubbio, la buona lunghezza delle foglie, oltre al fatto di avere una verticalità a tubo: in pratica, le foglie della pianta di Sarracenia si distinguono per il fatto di avere la forma di un cono rovesciato, aperto sulla punta e definito con il termine di “ascide”, il quale riesce ad attirare gli insetti. Sfruttando  le varie colorazioni a venatura che si formano proprio sugli ascidi, le prede vengono attratte, si sporgono sull’imboccatura dei tubuli e poi scivolano all’interno, rimanendo intrappolati. Queste caratteristiche, unite ad una notevole sensibilità tattile, hanno reso queste piante ideali per il nostro esperimento. Grazie ai sensori del nostro “Life energy meter”, abbiamo misurato il livello energetico di partenza della prima piantina (35 su scala 100), mantenendo un’essenza “cugina” (33 su scala 100) a tre metri di distanza. Successivamente abbiamo instillato alcune gocce d’acqua negli “ascidi” della pianta in esame, constatando l’aumento del livello energetico/benessere della stessa, che è passato da 35 a 72 su scala 100 in 19 minuti. In parallelo abbiamo iniziato le misurazioni con l’Orgonotester, il cui grafico iniziava l’ascesa da 0 a  35 mV (millivolt) subito dopo l’instillazione dell’acqua. Successivamente abbiamo avvicinato la pianta numero due al sensore di misurazione e, riportata la lancetta sullo zero, abbiamo misurato lo stato energetico della stessa, nei cui tubuli NON era stata instillata l’acqua. Con (gradita) sorpresa, si è potuto riscontrare che, invece di partire da un livello energetico di 33 su scala 100 (come in precedenza misurato), la seconda piantina partiva da uno stato di 71 su scala 100, vale a dire praticamente lo stato di misurazione finale della pianta numero 1 dopo 19 minuti dall’insitllazione dell’acqua! Cosa significa questo? Possiamo azzardare l’ipotesi che le due piante, filogeneticamente molto vicine, abbiano fra loro instaurato una sorta di “comunicazione”, mediante un “entaglement quantistico”, che è servito a condividere il loro stato di benessere…? In effetti gli esperimenti fatti nei giorni precedenti avvalorerebbero questa tesi. Per il momento, io ed il Dr.Pattera vogliamo essere cauti con questa interpretazione, ma anche alla luce degli esperimenti effettuati con il “poligrafo” negli anni ’70 del secolo scorso dal Dr.Cleve Backster (ampiamente discussi nel mio ultimo libro: “Il Risveglio del Caduceo Dormiente”, OmPhi Labs Edizioni, 2015) questa parrebbe l’interpretazione più logica.



                           Le misurazioni effettuate con il L.E.M. sulle “Sarracenie” 


                          Il riscontro in parallelo con l’Orgonotester – grafico –


L’eterogeneo pubblico presente alla dimostrazione ed attivamente partecipe alla stessa ha potuto assistere, con evidente e manifesta sorpresa nonché soddisfazione, alle insospettabili evidenze circa l’influenza dell’etere sugli esseri viventi: come premesso, ciò è stato toccato con mano. La domanda più spontanea sulla bocca di tutti non poteva che risuonare: “Perché la scienza ufficiale snobba ed ignora tutto ciò?”. L’abbiamo detto all’inizio: il profitto ed il ritorno economico, nella società attuale, ha la precedenza su tutto… Ma è sicuramente stato l’amico e ricercatore Massimo Vetrugno, di Spazio Tesla Piacenza, che ha risposto nel modo più convincente, dimostrando come, già all’inizio del secolo scorso, il grande scienziato Nikola Tesla ideò il trasmettitore “free energy”, dove per “free” si intendeva la possibilità di trasmettere energia “gratuita” ed illimitata a tutti, sfruttando appunto i principi dell’ etere.


Le strumentazioni OmPhi Labs e la “bobina di Tesla” di Massimo Vetrugno (“Spazio Tesla PC”)



 Massimo Vetrugno (“Spazio Tesla PC”) mostra la trasmissione di energia “free” senza fili,
secondo il principio ordinatore dell’Etere libero.

Tutto questo si può esaurire nel corso di una conferenza? Il pubblico può essere stimolato a proseguire nella ricerca personale, per arrivare ad una comprensione maggiore del mondo che lo circonda? Questa è la domanda a cui OmPhi Labs ha cercato di dare risposta già da tempo, con pubblicazioni specifiche e di approfondimento (http://www.omphilabs.it/prod/libri.htm) ed una serie di modeste strumentazioni, adatte alla sperimentazione individuale. A questo scopo sono stati presentati ed illustrati:



                                                                                                                                                                   
Le strumentazioni OmPhi Labs per sperimentazione personale,
 realizzate secondo il principio ordinatore dell’Etere


1) V.I. – Vitality Indicator – Indicatore di Vitalità
Questo semplice strumento permette di VERIFICARE l'esistenza dell'energia vitale, o bioplasma, e farsi un'idea del proprio stato energetico. Avvicinando la mano allo strumento, la ruota gira con velocità e direzione dipendenti dalla emissione bioenergetica. In ambienti naturali o sufficientemente permeabili al flusso energetico terrestre, la ruota può girare anche da sola, con variazioni specifiche nell'arco della giornata. Creato dal ricercatore ungherese George Egely, il V.I. ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nelle esposizioni internazionali.

2) M3 - Disco Energetico  - da Dan A. Davidson
Dalla ispirata ricerca tecnologica dello scienziato di frontiera, autore del libro SHAPE POWER, un concentrato di tecnologia al servizio dello sviluppo spirituale e umano. Solo per i Ricercatori Spirituali. Ci azzardiamo a proporre l'M3 dopo averlo lungamente e ampiamente testato su noi stessi e su diverse altre persone. Da portare indosso o da tenere sotto il cuscino. Il suo effetto è potente, a detta di quasi tutti quelli che lo hanno provato. Si tratta, in sostanza, di un attivatore del campo ener­ge­tico dell'aura, ma ha anche una chiara e positiva azione sul piano spirituale. Non acquistate questo dischetto se non avete letto, compreso e accettato i meccanismi fisici e spirituali attraverso i quali agisce!

3) Proiettore PDF-1 - generatore di Potere della Forma        
Offre una prova diretta dell'esistenza del Potere della Forma, e quindi dell'etere. Il Proiettore PDF-1 unisce due diversi effetti del potere della forma. Il primo effetto è il CSE o effetto delle cavità, scoperto indi­pen­den­temente da Wilhelm Reich e da Viktor Grebennikov, ed è generato da un fascio di tubetti di plastica. Questo effetto viene poi potenziato dalla presenza di due strati esterni di array di mini-spirali e da una lente planare sul fondo, che sospingono l'etere esterno addensandolo nei tubi. L'effetto complessivo è una risonanza eterica che si proietta dai tubi e che viene percepita da circa l'80% delle persone come un formicolio o un calore nella mano…
  
4) e-Acu-Pen - Agopuntura Elettronica - Trova e tratta i punti di agopuntura
Questo strumento portatile permette a chiunque di trovare con precisione e in pochi secondi tutti i principali punti dell'Agopuntura, cioè i punti in cui i flussi interni di energia sottile dei meridiani emergono in superficie proseguendo nell'aura. Ciò costituisce già di per sé una spettacolare dimostrazione che nei punti c'è qualcosa di molto speciale, del tutto invisibile sia all'occhio nudo che al microscopio, e che la Scienza ufficiale non sa spiegare… Normalmente usato anche da molti agopuntori (per chi ha paura degli aghi) e per l'auto-trattamento di piccoli disturbi come mal di denti, emicrania, ecc., questo strumento viene qui proposto solo come dimostrazione delle energie sottili…

5) Barometro Fitzroy - sensibile all'etere        
Per esperimenti sul principio ordinatore dell'energia eterica. Un effetto fondamentale dell'energia eterica (o orgone, prana, chi, ecc.) è il suo principio organizzante, che favorisce la vita e la crescita dei cristalli.
 Il semplice "barometro" qui proposto è un tubo di vetro contenente una speciale soluzione supersatura, che crea cristalli di svariate forme e consistenze a seconda della densità e qualità eterica locale e della temperatura. Ciò permette di usarlo come rivelatore di "energia organizzante", cioè di etere, e naturalmente di fare anche interessanti osservazioni sul suo singolare comportamento secondo le condizioni meteo…



La serata è continuata molto piacevolmente, grazie alla grande ospitalità di Nadia e Giuseppe del Ristorante le Colline di Vernasca (PC), che hanno messo a disposizione, oltre all’ottima cucina, tutta la logistica per la conferenza.


  


Un sentito ringraziamento agli amici dell’Associazione “Spazio Tesla” di Piacenza, nelle persone di Alberto Negri, Laura Groppi e Massimo Vetrugno, oltre all’amico Elvio Fiorentini e consorte di “Soprannaturale.it”.




SE TI E' PIACIUTO QUESTO POST NON PUOI PERDERE:

LA VERA "GENESI" DELL'UOMO E' COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO? OPPURE E' UNA STORIA COMPLETAMENTE DIVERSA?

"L'UOMO KOSMICO", TEORIA DI UN'EVOLUZIONE NON RICONOSCIUTA"
" IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: LA VERA GENESI DELL'HOMO SAPIENS"
DI MARCO LA ROSA
SONO EDIZIONI OmPhi Labs




ACQUISTABILI DIRETTAMENTE DAL SITO OmPhi Labs ED IN LIBRERIA



Nessun commento: