IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

martedì 23 settembre 2014

CRONACA DI UNA GIORNATA "UPSIDE DOWN"


Villa Ione di Vetralla (VT) 20 Settembre 2014.

di: Marco La Rosa

Il sorgere del sole è salutato presto dalle anatre del laghetto. La campagna attorno a Villa Ione è  disseminata di olivi ancora assonnati che si stagliano contro un cielo velato. Mi affaccio alla finestra della camera e osservo l’orizzonte fosco, dove l’umidità dell’aria di questa anomala estate, inganna un Settembre che pensa di non essere ancora arrivato mentre Ottobre è quasi alle porte.
Mi risveglio bruscamente da questo breve momento in cui avevo fermato tempo e gravità. La voce di Cristiana mi riporta con i piedi a terra, come il cavo riporta l’astronauta nella navicella dopo la passeggiata nello spazio. E’ ora di scendere ed iniziare la giornata del “Mondo Capovolto”.





La splendida cornice di Villa Ione accoglie i partecipanti del meeting, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Da tutte queste regioni ed anche dalla Svizzera le persone che hanno voluto essere presenti, hanno affrontato lunghi viaggi… ora – penso piacevolmente sorpreso ma anche consapevolmente convinto -  è nostro compito (quali organizzatori) soddisfarli e convincerli che il loro tempo, il sacrificio e la fatica saranno  giustamente ripagati.
Insieme a Cristiana, Massimo e Giorgio basta uno sguardo di intesa ed ognuno prende il suo ruolo nel meccanismo che dovrà girare sincronizzato.




Si aprono i lavori con i saluti del Dr. Massimo Corbucci, perfetto ed impeccabile padrone di casa:





“La scienza dominante (quella del CERN, che ha annunciato la incerta scoperta del Bosone di Higgs ed ha annullato quella vera sul neutrino…e anche quella che impone la cintura di sicurezza…) ha convinto la gente con la forza che tutto accade per caso. Peggio ancora, che non c’è speranza di vivere felici, dacchè vengono prima i “protocolli”. La scienza vera è differente! E’ tutta un’altra cosa.” LA MEDICINA QUANTOMECCANICA è una nuova scienza dove prima viene l’integrità della persona e la felicità è meglio della sicurezza. Nuove pratiche mediche infatti, consentono di guarire immediatamente molte patologie. Tutto questo dimostra incontrovertibilmente come la “Bibbia” della fisica sia concettualmente errata e come sia invece possibile fare pace tra fisica e metapsichica e sia altresì doveroso divulgare una nuova Scienza a favore dell’Ambiente, della Vita, del Benessere e della Felicità umana.

 “La Verità vi renderà liberi. VERITA’ = LIBERTA’.”


E’ con queste parole che Marco Columbro conquista subito il pubblico del meeting. Con la sua innata capacità di comunicazione, arriva diretto al cuore prima ancora che al cervello.

“Noi siamo prima di tutto esseri multidimensionali, spirituali e cosmici ed in quanto tali portiamo già la conoscenza della verità dentro di noi, pertanto dobbiamo imparare ad ascoltare il nostro “diapason” interno che vibra e ci svela inequivocabilmente la differenza tra il vero ed il falso. Ecco perché noi percepiamo prima con il cuore e dopo con la ragione. Perché molti di noi non sentono il “diapason”? Perchè purtroppo fin da piccoli veniamo formattati a credere in paradigmi che ci allontanano dalla nostra vera origine spirituale. L’occidente materialistico ha ordito l’inganno di far credere che ciò che conta nella vita vada ricercato al di fuori di noi stessi. Ecco quindi che affidiamo tutta la nostra vita in mani esterne, ignorando che in realtà l’essere divino il vero Dio è dentro di noi. Dobbiamo aspirare alla “gnosi”, alla vera conoscenza che si può acquisire solamente con l’accordatura armonica che solamente il nostro “diapason” interno ci può dare, poiché noi possediamo già tutto ciò che serve per essere perfetti “uomini cosmici”. Siamo esseri divini consapevoli che si sono risvegliati e che si prodigano per risvegliare gli altri “dei” che ancora non conoscono il loro vero destino nell’universo”.

IL MONDO CAPOVOLTO è anche storia. Storia di uomini che hanno rinunciato consapevolmente a fama, onore e denaro per il bene del prossimo, restando umilmente nell’ombra per tutta la vita.
E’ l’incredibile storia che ci racconta, con la sua magistrale ed avvincente oratoria (senza toglierci il gusto di leggere poi il libro) il bravissimo Giancarlo Pavat:



“Dopo quasi settant'anni di oblio, emerge dagli archivi italiani l'incredibile sto­ria di un appartenente alla Guardia di Finanza che, durante la II Guerra Mondiale, partendo da una semplice (seppur geniale) passione, arrivò a rea­lizzare un'arma avveniristica, che avrebbe potuto cambiare il corso della sto­ria del XX Secolo: il Raggio della Morte(XPublishing Edizioni 2013).
 Gerardo Severino e Giancarlo Pavat, dopo anni di ricer­che archivistiche, sono riusciti a dimostrare, documenti originali alla mano, che il Raggio della Morte non fu una chimera o una mossa propagandistica, ma una realtà storica. Attraverso l'analisi di questi documenti dell'epoca, è possibile seguire l'avventurosa storia del Finanziere, dai suoi primi esperimenti sino a quelli che suscitarono l'interesse delle più alte gerarchie dell'Italia della fine degli anni '30. Si potranno seguire i vari passaggi delle sue ricerche, gli incontri con Mussolini e con vari capi na­zisti, si potranno ripercorrere avvenimenti legati alla sua misteriosa invenzione, ad intrecci di inte­ressi politici, militari, spionistici tra italiani, tedeschi, partigiani, fascisti di Salò, alleati. Non mancheranno  le invidie, i tentativi di sabotaggio, le morti misteriose di alti esponenti del fascismo, inspiegabili bombardamenti americani su obiettivi apparentemente privi di alcuna importanza militare o industriale, le accuse di truffa e di tradimento. Sino all'apocalittico epilogo, quando il pro­tagonista del libro, dopo un ultimo positivo esperimento, riesce ad evitare che la sua invenzione finissca nelle mani sia degli alleati, sia dei tedeschi, conside­rati entrambi invasori e oppressori, pagando il proprio gesto con la deporta­zione nel Campo di Sterminio di Dachau.”

La pausa pranzo conviviale, magistralmente organizzata da Cinzia e tutto lo staff di Villa Ione, ci permette una bella e positiva conoscenza reciproca nonché un doveroso primo scambio di idee e opinioni. Il primo tratto del percorso è fatto, la soddisfazione è palese e il “diapason” di ognuno “riverbera” l’accordatura armonica, non c’è bisogno di parole…





La ripresa dei lavori è affidata alla ultra trentennale esperienza del Dr. Giorgio Pattera, giornalista e biologo. E’ suo il compito di parlare di uno degli argomenti più spinosi, bistrattati ed inquinati degli ultimi sessanta anni: “ESOBIOLOGIA: esistono altre forme di vita intelligenti nel cosmo?”.


E’ qui, che il pubblico si accorge della differenza tra un semplice ufologo ed un vero “esobiologo”. Trattare l’argomento della vita senziente extraterrestre attraverso solide basi scientifiche richiede una conoscenza ed una preparazione che esulano dalla semplice “passione” ma richiedono molti anni di studi e ricerca sul campo. Quella che Giorgio snocciola al pubblico, dimostrando prima da “uomo di scienza” e poi da “uomo cosmico consapevole” che bisogna andare oltre il materialismo accademico per comprendere e poi trasmettere la “conoscenza”, ritornando sincronicamente al “cuore-diapason”, vero sensore in grado di captare ogni segnale dell’Universo.

E’ il mio turno, arrivo trafelato perché sono corso alla stazione per l’arrivo dell’amico Alessandro Moriccioni che parlerà dopo di me e che letteralmente saltando il pranzo è salito sul primo treno per Vetralla, dopo gli impegni di lavoro della mattina. Anche questo è MONDO CAPOVOLTO: studio, impegno, passione e sacrificio per trasmettere conoscenza gratuitamente, anzi più precisamente a proprie spese !

L’UOMO KOSMICO, teoria di un' evoluzione non riconosciuta o più propriamente negata dalla scienza ufficiale.



E’ il titolo del mio libro, edito quest’anno dalle Edizioni OmphiLabs di Roma.

“E’ un viaggio fra archeologia impossibile e contraddizioni scientifiche, verso l'intuizione di un Uomo Universale. Risultato di una cooperazione interdisciplinare trasversale, il libro conduce il lettore fra scoperte immensamente antiche e riscoperte moderne, in un percorso circolare documentatissimo che rivela un Cosmo ciclico estrema­mente ordinato, nel quale la vita è ovunque e sorge spontanea, perché è l'essenza dell'Universo stesso. L'evidenza di moltissimi indizi o reperti archeologici - finora considerati "anomali", o semplicemente ignorati o screditati perché troppo "scomodi" per l'archeologia ufficiale - assieme alle molte testimonianze storiche di antichi testi, fanno emergere il quadro di una Storia dell'Uomo diversa. Se a ciò si aggiungono le molte incongruenze della attuale scienza, allora diviene del tutto evidente che l'Uomo è ben altro che un "caso" dell'evoluzione, e viene da molto, molto lontano, nel tempo e nello spazio…”

PIONIERI DEGLI OCEANI, viaggi intorno al mondo dall’alba dell’uomo a Cristoforo Colombo.

Questo è il libro di prossima uscita per le Edizioni Profondo Rosso, che l’amico Alessandro Moriccioni, scrittore e storico, ha scritto a quattro mani con il giornalista Andrea Somma e che ha presentato in anteprima al MONDO CAPOVOLTO:



“ E’ il resoconto storico e dettagliato della “navigazione umana” da prima della preistoria fino all’epoca di Cristoforo Colombo. Moriccioni e Somma ci dimostrano, carte alla mano, che la diffusione umana sul pianeta è avvenuta in epoche remotissime (ante-litteram – ndr) proprio grazie alle “innate” capacità di navigazione dell’uomo, che come citato anche nel mio Uomo Kosmico (altra “sincronicità” di questo Meeting), gli storici accademici fino ad ora non hanno riconosciuto. Ma proprio grazie agli ultimi incredibili e sensazionali ritrovamenti archeologici, documentati in “PIONIERI DEGLI OCEANI”, le evidenze che l’uomo navigatore è molto molto più antico di quello che ci dicono, non sono più trascurabili ed anzi devono essere finalmente citate nei “nuovi” libri di storia, riportando anche giustizia verso quei ricercatori mai dimenticati,  che avevano intuito tutto questo dallo studio degli antichi portolani.”






La “Tavola Rotonda” con pubblico e relatori, ha confermato senza ombra di dubbio che il Meeting ha avuto successo. Diverse persone chiedono addirittura a quando il prossimo…  Per l’entusiasmo vorrei poter dire il prossimo mese o poco più in là… ma sono tornato con i piedi per terra e dico: il prossimo anno.

Un doveroso ringraziamento a Cinzia ed a tutto lo staff di Villa Ione per la cura e l’accoglienza che ci hanno riservato ed a tutto il pubblico intervenuto. Grazie a Massimo e Floriana, a  Marco (che non sono io ma uno più importante) a Cristiana e Giorgio, a Giancarlo ed Alessandro. Grazie per la collaborazione e la sponsorizzazione a Marco Vecchi “OMPHILABS” e allo “STUDIO MEDICO INTERNAZIONALE Cura del ginocchio, lombo sciatalgie e patologie della rachide”. Grazie per la collaborazione e diffusione al Centro Culturale di Ricerche Esobiologiche Galileo di Parma, al Giornale dei Misteri nella persona della Direttrice Francesca Vajro e alle Edizioni XPubblishing nella persona di Adriano Forgione.









Nessun commento: