IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens

IL RISVEGLIO DEL CADUCEO DORMIENTE: la vera genesi dell'Homo sapiens
VIDEO TRAILER

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO

VIDEO SINOSSI DELL'UOMO KOSMICO
VIDEO SINOSSI DELL' UOMO KOSMICO
Con questo libro Marco La Rosa ha vinto il
PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO
ALTIPIANI DI ARCINAZZO 2014
* MISTERI DELLA STORIA *

con il patrocinio di: • Associazione socio-culturale ITALIA MIA di Roma, • Regione Lazio, • Provincia di Roma, • Comune di Arcinazzo Romano, e in collaborazione con • Associazione Promedia • PerlawebTV, e con la partnership dei siti internet • www.luoghimisteriosi.it • www.ilpuntosulmistero.it

LA NUOVA CONOSCENZA

domenica 26 gennaio 2014

IL SACRO DIRITTO AL DISSENSO


QUELLO CHE STA AVVENENDO IN UCRAINA IN QUESTI GIORNI E' ANCHE AFFAR NOSTRO.
E' IMPORTANTE CHE LO DIVENTI MA SOPRATUTTO E' IMPORTANTE SAPERE PERCHE' AVVIENE. NON LIMITIAMOCI AI LUOGHI COMUNI E AL SENTITO DIRE MA ANDIAMO AL CUORE DELLA QUESTIONE PERCHE' IN EFFETTI CI RIGUARDA DIRETTAMENTE E PESANTEMENTE.

MLR

Ucraina, il Grande Fratello controlla la piazza via sms

Di: Umberto Rapetto  23 gennaio 2014

Carissimo abbonato, abbiamo registrato il suo nominativo come partecipante ad una manifestazione di disturbo di massa: è questo il testo di un sms che sarebbe giunto sui telefonini dei dimostranti in un evento di protesta tenutosi nella giornata di martedì 21 gennaio a Kiev.
La notizia lanciata da Radio Svoboda (lemittente Libertà”) e poi rimbalzata sul New York Times si riferisce ad un corteo di protesta avvenuto allentrata in vigore di una nuova legge che vieta manifestazioni antagoniste al regime.
La circostanza dimostra che le locali forze dellOrdine sfruttano le reti telefoniche mobili per individuare la presenza di apparati cellulari in una determinata area in ragione della loro connessione alle stazioni base trasmittenti (BTS o più semplicemente i ponti che garantiscono le comunicazioni nella celladi propria copertura) installate in zona.
La dinamica di controllo in questione non fa rabbrividire solo sotto gli aspetti ideologici, politici, etici o morali, ma spaventa anche per la sua imprecisione tecnica. Il sistema infatti non riesce a setacciare in maniera corretta chi abbia aderito alla protesta, ma va a schedare chiunque (anche accidentalmente) si sia trovato nel raggio di portata del ponte radio o vi si sia agganciato per le più bizzarre combinazioni tecnologiche. Labbinamento automatico tra ponte radio, utenza e intestatario evoca lo spettro dei più brutali rastrellamenti e anche solo la minaccia di servirsene inquieta persino i più distratti.
Gli instancabili lettori di romanzi corrono a 1984. I cinefili, invece, subito pensano ad Elysiume ai robot della polizia informatizzata in grado di rilevare e localizzare il dissenso nella popolazione.
Chi è meno appassionato di libri o del grande schermo si limita a preoccuparsi senza cercare analogie nella narrativa o su questo o quel set.         


Chi è UMBERTO RAPETTO ?

E' un ex militare che conosce molto bene il suo mestiere, che ha onorato al servizio della comunità. Prima di essere costretto alle dimissioni -in pratica l'hanno buttato fuori a calci- era un ufficiale di carriera nella Guardia di Finanza, considerato il più grande esperto telematico europeo nel campo delle truffe on line e nelle azioni delittuose sul web, al comando di una squadra di esperti ingegneri del web. Aveva il grado di colonnello. Ha scoperto, anni fa, come le società produttrici e distributrici di video-slot in Italia avevano alterato i circuiti delle macchinette con un abile stratagemma e in un corposo rapporto aveva mostrato e dimostrato, con copiosa documentazione, come fossero riusciti a sottrarre all'erario ben 42 miliardi di euro. Da bravo militare aveva seguito la procedura formale: inviò il suo rapporto al generale suo superiore, poi al ministero degli interni, al ministero del tesoro, e infine alla corte dei conti. Lo fece con due governi. Scrisse a Berlusconi, Maroni, Tremonti, Monti, Passera, Cancellieri.
Nessuno gli diede retta e l'hanno buttato fuori dall'arma.
Come militare è in pensionamento.

Con tristezza devo sottolineare il fatto che il suo pezzo (molto molto breve ma incisivo nel darci delle informazioni) non ha avuto nessuna condivisione nè diffusione sui social networks, nonostante Il Fatto sia l'organo di stampa che vanta il più alto numero di condivisioni in assoluto su facebook.

DA:


per approfondire:

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/01/quando-un-giovane-poeta-viene.html


COME SEMPRE

GRAZIE SERGIO !

Nessun commento: